Lavoro Autonomo

Società tra professionisti, rileva garantire i due terzi dei voti

Nello Studio d’impresa n. 224-2014/I del 3 aprile 2014, il Consiglio nazionale del Notariato è intervenuto a fornire chiarimenti su questioni applicative relative alle società tra professionisti (Stp), finora rimaste poco chiare ad un anno dall’entrata in vigore della norma istitutiva (articolo 10, Legge 183/2011). In particolare, viene precisato che, in tali società, non è importante che i soci professionisti siano meno dei due terzi dei soci (nelle società di persone) o che abbiano meno dei due terzi del capitale (nelle società di capitali): ciò che rileva è, invece, che ci siano clausole statutarie per garantire i due terzi dei voti ai soci professionisti.