Rubrica del lavoro

Sicurezza appalti e responsabilita’ del subappaltatore

La sentenza della Corte di Cassazione penale, sezione lavoro, 22 luglio 2013, n. 31304 ha stabilito che il datore di lavoro subappaltatore non può in nessun caso ritenersi esente dall’obbligo di redigere il POS, nell’ambito del quale vanno previste anche le misure contro il rischio di caduta dall’alto. Nel caso in specie si era verificata la morte di un lavoratore per infortunio dovuto appunto a caduta dall’alto . La Suprema Corte dibadisce che ciò che incombe sul datore di lavoro della ditta appaltatrice, incombeva sui datori di lavoro delle imprese esecutrici subappaltatrici. Non v’è alcun dubbio, quindi, sul fatto che il datore di lavoro appaltatore ha commesso la violazione della norma che impone la redazione del Pos e l’adozione delle misure in esse individuate con riferimento al rischio di caduta dall’alto. Nessun ‘assorbimento’ di responsabilità determinato dalle omissioni riconducibili ai committenti né alcuno ‘scalettamento’ di responsabilità verso il basso, ovvero verso le imprese subappaltatrici.