Rivalutazione Terreni e Partecipazioni

Rivalutazione terreni e partecipazioni 2013 entro il 1° luglio

Entro lunedì 1° luglio 2013, chi intende usufruire della rivalutazione del costo d’acquisto dei terreni edificabili e con destinazione agricola e delle partecipazioni non negoziate nei mercati regolamentati, posseduti al 1° gennaio 2013, deve predisporre, tramite un tecnico abilitato, una perizia giurata di stima che stabilisce il valore attuale del bene e versare un’imposta sostitutiva. Quest’ultima è pari al 4% per i terreni e per le partecipazioni qualificate, ovvero al 2% per le partecipazioni non qualificate, calcolata sul nuovo valore derivante dalla stima. Il pagamento può essere effettuato in un’unica soluzione o a rate. L’adesione alla rivalutazione si perfeziona proprio con la redazione della perizia giurata di stima ed il versamento della prima (o unica) rata. L’agevolazione può essere fruita da persone fisiche titolari di terreni e partecipazioni al di fuori dell’attività d’impresa, da società semplici e soggetti assimilati, da enti non commerciali per beni che non rientrano nell’attività commerciale, da soggetti non residenti per le plusvalenze imponibili in Italia.

Nessun articolo correlato