Risparmio energetico

Risparmio energetico e comunicazione Enea: c’è tempo fino al 13 dicembre

Uno degli adempimenti connessi al beneficio delle maggiori detrazioni collegate al risparmio energetico è quello di inviare all’Enea la scheda tecnica dei lavori

Ciò deve avvenire entro 90 giorni dal termine dei lavori. 

Ogni rettifica di dette schede tecniche oppure ogni tardivo invio oltre i 90 giorni, non fa venire meno il beneficio fiscale, come anche specificato dalla Ris. 46/E/2019, tuttavia si prevede che vengano onorati due obblighi: 

  • il versamento della sanzione di 258 euro 
  • l’invio oltre i 90 giorni dal termine dei lavori ma comunque entro il termine di presentazione della prima dichiarazione dei redditi utile. 

Ad esempio, se taluni lavori di risparmio energetico sono terminati nel settembre 2019, indicativamente entro il mese di dicembre 2019, andava presentata ad Enea la scheda tecnica dei lavori, collegandosi al sito www.detrazionifiscali.enea.it. 

Qualora tale adempimento non fosse stato effettuato entro 90 giorni dal termine dei lavori, era possibile, entro il 30 novembre 2020 ravvedere tale mancato adempimento, corrispondendo la sanzione di 258 euro. La data del 30 novembre 2020 era la data ultima di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’anno 2019, data che a seguito delle modifiche introdotte dal DL 157/2020 è slittata al 10 dicembre.

Per tale ragione, Enea ha comunicato che al fine di agevolare le operazioni di “remissione in bonis” per i lavori effettuati nel 2019, il portale dedicato a tali invii resterà aperto fino a domenica 13 dicembre 2020.

Nessun articolo correlato