Legge di Stabilità

Quota rosa nei Consigli: il CNDCEC chiede approvazione emendamento

Continua la corsa del Governo all'approvazione della Legge di bilancio entro fine mese, il 31 dicembre 2019. Dopo le migliaia di emendamenti approvati, il volto definitivo del testo comincia ad essere un pò più concreto, nonostante possa ancora essere stravolto dal Parlamento.

Dicono la loro su uno specifico emendamento anche i commercialisti. In particolare, con un comunicato stampa del 25 novembre 2019, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ha chiesto l'approvazione dell'emendamento alla Legge di bilancio 2020 in merito allq cd. "quota rosa" o "quote di genere" nei Consigli di Amministrazione delle imprese.

Come si legge nel comunicato "l'emendamento sulle quote di genere nei CdA delle società che prevede la proroga della Legge Golfo-Mosca e l'aumento fino al 40% della percentuale di donne nei consigli di amministrazione e nei collegi sindacali delle quotate è condivisibile."

La legge sulle quote rosa è sempre stata sostenuta dai commercialisti, in quanto sprona a cerca di allineare la presenza femminile nei Consigli agli standard europei, che sono maggiori rispetto alla media italiana. Infatti, prima dell'introduzione della Legge Golfo-Mosca, di cui i commercialisti chiedono la proroga, nel 2011 la presenza delle donne nei CdA era il 7% nelle società quotate e il 6,5% nei collegi sindacali, mentre nel 2018 i valori si assestavano rispettivamente al 36% e al 38%. Secondo la Consigliere Nazionale dei Commercialisti con delega alle opportunità "questi risultati evidenziano l'efficacia e l'importanza di adottare politiche di genere per ridurre la disparità in ambito professionale, favorendo una più equa distribuzione di incarichi e funzioni".

Ora non resta che aspettare di vedere cosa deciderà il Parlamento in merito.