Proroga per gli sconti maggiorati sulle ristrutturazioni, salva la detrazione sul mobilio

La legge di stabilità proroga gli sconti delle detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie, che consentiranno la detrazione del 50% con il tetto di 96.000 per immobile, fino al 31 dicembre 2014, per poi passare al 40% fino al 31 dicembre 2015 e dal 2016 tornare al 36% con il tetto di 48.000 per immobile. La detrazione andrà spalmata sempre in dieci anni.
La proroga riguarderà anche le spese di costruzione dei box pertinenziali
Marcia indietro per la stretta sulle detrazioni per l’acquisto dei mobili prevista dalla legge di Stabilità: tutto come prima. A poche ore dall’approvazione della Legge di Stabilità che stringeva i cordoni sull’acquisto dei mobili, stabilendo che la spesa ammessa non poteva superare l’importo delle ristrutturazioni, il decreto Milleproroghe abolisce la norma togliendo qualsiasi vincolo. In sostanza basta una piccola ristrutturazione per avere diritto al tetto massimo di 10.000 euro. Ricordiamo che la detrazione per l’acquisto di mobili spetta solo a chi ha sostenuto spese di ristrutturazione edilizia.
La detrazione spetta oltre che per l’acquisto di mobili anche per i grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.