Rubrica del lavoro

Per la sanzione disciplinare necessaria contestazione previa

La Cassazione civile sezione lavoro con sentenza del 13 giugno 2013, n. 14880 ribadisce l’orientamento giurisprudenziale consolidato per cui la previa contestazione dell’addebito ha lo scopo di consentire al lavoratore l’immediata difesa e deve conseguentemente rivestire il carattere della specificità, integrato esclusivamente qualora vengano fomite le indicazioni necessarie ed essenziali per individuare, nella sua materialità, il fatto o i fatti nei quali il datore di lavoro abbia ravvisato infrazioni disciplinari. L’accertamento relativo alla sussistenza di tale requisito costituisce, tuttavia, oggetto di un’indagine di fatto, incensurabile in sede di legittimità, salva la verifica di logicità e di congruità delle ragioni esposte dal giudice del merito.