La casa

Manovra Monti: istituita un’imposta per le attività finanziarie detenute all’estero

Oggi alla Camera il voto di fiducia sulla Manovra anti-crisi del Governo Monti. Tra le novità spunta l’introduzione di un’imposta pari a 0,1% per il 2011 e pari a 0,15% per il 2012 e 2013 sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero da persone fisiche residenti in Italia, Da tale imposta si potrebbe dedurre come credito d’imposta l’eventuale imposta patrimoniale versata allo Stato estero. Stretta anche per chi possiede immobili all’estero con un’imposta di bollo dello 0,76% sul valore degli immobili, calcolato in base al costo risultante dall’atto di acquisto o dai contratti e, in mancanza, dal valore di mercato.

Lascia un commento