PRIMO PIANO

Imposta sostitutiva, facilitazioni al credito

Per facilitare la concessione di credito da parte delle banche, specie nei confronti delle imprese, è stata apportata una novità dall’art. 22, comma 2, lett. a), del D.L. n. 91/2014 (attualmente in fase di conversione in legge). In particolare, in caso di finanziamento a medio-lungo termine, cioè per una durata superiore a 18 mesi, l’imposta sostitutiva è ora ritenuta dovuta sono in base ad un’opzione espressa in tal senso. Una volta assolta l’imposta sostitutiva in sede di stipula del contratto di finanziamento a medio-lungo termine, il fisco non può più pretendere imposte per eventuali successive cessioni di contratto o di credito, né per l’annotazione di queste cessioni nei Registri immobiliari.