Bollo e concessioni governative

Imposta di bollo sui conti correnti: le regole attuative

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha approvato, con decreto Mef del 24 maggio scorso, pubblicato nella G.U. n. 127 del 1° giugno, le regole attuative sulle modalità di applicazione dell’imposta di bollo sui conti correnti e libretti di risparmio (commi da 1 a 3 dell’art. 19 del Dl 201/2011), in vigore dal 1° gennaio 2012 (€ 34,20 se il cliente è persona fisica, € 100 se lo stesso è persona giuridica). Il conto che non supera i € 5.000 intestato alla persona fisica, è esente dall’imposta di bollo; tuttavia, più conti intestati allo stesso cliente presso lo stesso istituto di credito, singolarmente inferiori alla soglia ma complessivamente superiori ad essa, sono imponibili. L’imposta è applicata una volta all’anno ed è trattenuta direttamente dalla banca o dalla posta al momento della rendicontazione: al 31.12 se la periodicità della comunicazione è annuale; alla fine del periodo rendicontato, in caso di scadenza infrannuale; alla data di chiusura del conto.

Lascia un commento