PRIMO PIANO

Il decreto semplificazioni riduce i tempi per i cambi di residenza

Il decreto semplificazioni, convertito in Legge n. 35/2012, ha ridotto i tempi per il cambio di residenza, abitazione e mutamenti nella composizione della famiglia. I cittadini devono presentare o inviare, anche per fax o posta certificata, le istanze (redatte su modelli pubblicati sul sito del ministero dell’Interno) di trasferimento di residenza o di costituzione di nuova famiglia/convivenza o di altri cambiamenti che sono avvenuti nella composizione della famiglia/convivenza entro 20 giorni dalla data in cui si sono verificati i fatti. Se le domande non sono sottoscritte dinanzi all’ufficiale di anagrafe, è necessaria anche la copia del documento d’identità. Entro due giorni lavorativi le istanze devono essere esaminate e si deve procedere con l’iscrizione anagrafica; l’eventuale ritardo non comporta il differimento degli effetti giuridici, che decorreranno dalla data di presentazione dell’istanza. Introdotto poi il termine di 45 giorni dalla presentazione/invio della domanda per il maturare del silenzio assenso.

Lascia un commento