Redditi esteri

Fatca: invio dei dati entro 31 maggio 2017

Gli operatori finanziari interessati dall’accordo Fatca dovranno inviare le informazioni sui conti finanziari statunitensi concernenti l’anno 2016 entro il 31 maggio 2017.

A definirlo, un provvedimento di ieri del Direttore dell’Agenzia delle Entrate che integra i precedenti provvedimenti del 7 agosto 2015 e del 26 luglio 2016 dopo la modifica del tracciato da utilizzare per l’invio delle informazioni pubblicata dall’Internal Revenue Service statunitense a partire dall’1 gennaio 2017.

Gli istituti finanziari potranno trasmettere al SID (Sistema di interscambio dati) i dati del Fatca 2.0 a partire dal 3 maggio 2017, con termine al 31 maggio 2017; da quest’ultima data si calcoleranno poi gli ulteriori 15 giorni (quindi, sino al 15/06/2017) entro cui si potranno ancora inviare messaggi di tipo “primo invio” col meccanismo della sostituzione previsto dalle regole di recepimento della normativa Fatca.

In generale, si ricorda che Fatca (Foreign Account Tax Compliance Act) è l’accordo intergovernativoratificato con la legge n. 95 del 18 giugno 2015 e operativo a partire dal 1° luglio 2014, che ha l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale di cittadini e residenti statunitensi realizzata attraverso conti correnti detenuti presso le istituzioni finanziarie italiane e da residenti italiani tramite conti correnti presso le istituzioni finanziarie statunitensi, utilizzando lo scambio automatico di informazioni finanziarie.