Edilizia

Edilizia, vale il silenzio-assenso

L’art. 30, comma 1, lett. b), D.L. n. 69/2013 ("Decreto del fare") ha introdotto il sistema del "silenzio-assenso" in edilizia, in base al quale, per le autorizzazioni in edilizia, la mancata risposta entro 30 giorni da parte del Comune equivale all’accoglimento della richiesta. I vicini che intendano opporsi ai lavori hanno tempo fino a 60 giorni dall’inizio di essi per presentare ricorso. La richiesta dei pareri connessi con la Scia, poi, può essere affidata allo Sportello Unico, che deve reperirli entro 60 giorni, ovvero 80 giorni per i centri storici.
 

Nessun articolo correlato