CUD 2013, redditi esenti non obbligatori

L’Agenzia delle Entrate, con comunicato stampa diffuso venerdì 22 febbraio, ha precisato che, considerato che i redditi esenti non incidono sulla corretta determinazione delle imposte dovute da parte del contribuente e non vanno indicati in dichiarazione, in presenza di difficoltà di gestione del dato tale da non poterne disporre entro il 28 febbraio, il sostituto d’imposta ha la possibilità di non redigere l’annotazione BQ del modello CUD 2013 relativo ai redditi 2012. Per l’Agenzia, quindi, se il sostituto d’imposta ha erogato esclusivamente tali redditi esenti potrà non rilasciare il Cud 2013.