Lavoro Autonomo

Congedo maternità in caso di parto prematuro: nuova procedura telematica

L’INPS, con Messaggio 20 luglio 2016 n. 3131, ha comunicato  l’aggiornamento delle applicazioni per l’invio telematico delle domande di congedo di maternità per lavoratrici e lavoratori dipendenti e iscritti alla gestione separata per poter acquisire domande con periodi post partum nei casi di parto prematuro.

L’aggiornamento in oggetto riguarda, in particolare, i casi di parti "fortemente" prematuri da intendersi con tale accezione quelli che si verificano prima dei 2 mesi antecedenti alla data presunta del parto, cioè prima dell’inizio del congedo ordinario ex lett. a dell’art. 16 del d.lgs. 151/2001.

In questi casi il congedo viene calcolato aggiungendo ai 3 mesi post partum tutti i giorni compresi tra la data del parto fortemente prematuro e la data presunta del parto, in questi casi quindi la durata complessiva del congedo è maggiore rispetto al periodo di 5 mesi ordinariamente previsto.

Nessun articolo correlato