Dichiarazione 730

Comunicazione delle spese universitarie: l’Agenzia pubblica le faq

L'Agenzia delle Entrate, ieri ha pubblicato sul proprio sito, le risposte sulle specifiche tecniche per la comunicazione delle spese universitarie.

Di seguito è riportato il documento:

Domanda – Quali tipologie di spesa universitaria vanno indicate nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per iscrizione, tasse e contributi universitari al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare”?
Risposta – Nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per iscrizione, tasse e contributi universitari al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare” vanno indicate tutte le spese sostenute per la frequenza di corsi di studio e per l’eventuale conseguimento dei corrispondenti titoli, dove previsti. Vanno quindi incluse, per esempio, le spese per
– ricongiunzione di carriera
– iscrizione all’appello di laurea e rilascio della pergamena
– frequenza a corsi singoli, finalizzati o meno all’ammissione a un corso di laurea magistrale
– trasferimenti di ateneo
– passaggi di corso.
Non vanno comunicate le spese non detraibili, in quanto non funzionali alla carriera universitaria, quali le spese per
– rilascio di certificati
– eventuali more e sanzioni
– duplicato del badge identificativo o del libretto.


Domanda – Nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per l'imposta di bollo al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare” va indicata solo l’imposta di bollo assolta al pagamento della quota di iscrizione?
Risposta – Nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per l'imposta di bollo al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare” vanno indicate tutte le spese per imposta di bollo sostenute per la frequenza di corsi di studio e per il conseguimento dei corrispondenti titoli, dove previsti.
Andrà quindi inclusa, per esempio, anche l’imposta di bollo per l’iscrizione all’appello di laurea.
Non va indicata, invece, l’imposta di bollo relativa al rilascio di certificati, poiché non detraibile.

Domanda – Nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per il sostenimento di test d'accesso o valutazioni di carriera finalizzate all’ammissione al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare” va indicata la spesa del solo test d’accesso al corso a cui lo studente si iscrive o la spesa per tutti i test d’accesso svolti dallo studente?
Risposta – Nel campo “Totale spese sostenute nell'anno solare per il sostenimento di test d'accesso o valutazioni di carriera finalizzate all’ammissione al netto dei rimborsi relativi alle spese sostenute nello stesso anno solare” vanno indicate tutte le spese sostenute per l’accesso (o il tentato accesso) ai corsi di studio e anche le spese per test a cui non è seguita un’immatricolazione. La spesa va comunicata anche nel caso particolare di sostenimento del test anticipato da parte di studenti iscritti al quarto anno della Scuola Superiore.


Domanda – Con riferimento al campo relativo alla “Regione o Provincia autonoma in cui è erogato il corso”,si può inserire anche la Regione o Provincia in cui ha sede l’Università?
Risposta – Il dato da inserire si riferisce al luogo in cui è erogato fisicamente il corso. Quindi, se questo luogo è situato in una Regione o Provincia Autonoma diversa da quella in cui ha sede l’Università, va indicata la prima. Diverso è il caso dell’università telematica: in questo caso, infatti, va sempre indicata la Regione o Provincia Autonoma in cui ha sede l’Università.