Dichiarazione 730

Comunicazione amministratori di condominio 2017: come indicare chi detrae

La comunicazione che gli amministratori di condominio devono inviare all'Agenzia delle Entrate con i dati degli interventi di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico effettuati sulle parti comuni è stata prorogata al 7 marzo 2017. Oltre alla mini proroga, tanto attesa dagli amministratori, sono arrivate le risposte alle faq più comuni. In particolare, è stato chiesto all'Agenzia se per individuare il soggetto al quale è attribuita la spesa, da indicare nel campo 17 della comunicazione, l’amministratore di condominio può limitarsi a fare riferimento a quanto comunicatogli dal proprietario dell’appartamento oppure deve tener conto dei soggetti ai quali è intestato il conto bancario/postale utilizzato per il pagamento della quota condominiale.

Nel rispondere, l'Agenzia ha chiarito che l’amministratore di condominio deve comunicare quale soggetto a cui è attribuita la spesa, colui che gli è stato indicato come tale dal proprietario. In assenza di comunicazione da parte del proprietario, l’amministratore indica semplicemente quale soggetto a cui è attribuita la spesa il proprietario medesimo. L’amministratore di condominio, quindi, per la compilazione della comunicazione da inviare all’Agenzia delle entrate, non deve tener conto dell’intestazione del conto bancario/postale utilizzato dal proprietario o da altri per il pagamento della quota condominiale.

Al riguardo, si precisa che nel campo 21 della comunicazione “Flag pagamento” va indicato se il pagamento è stato interamente corrisposto al 31 dicembre dell’anno di riferimento oppure se il pagamento è stato parzialmente o interamente non corrisposto alla medesima data.