PRIMO PIANO

CIG per gli studi professionali: parte una sperimentazione

In attesa del rinnovo del contratto collettivo scaduto il 30 settembre scorso, è stato firmato il 22 ottobre scorso un accordo da Confprofessioni e dalle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs per un sistema sperimentale di prestazioni integrative del reddito per i dipendenti degli studi professionali. Si tratta di circa un milione di lavoratori cui verranno erogati gli ammortizzatori sociali, come Aspi e CIG attraverso EBIPRO (ente bilaterale nazionale del settore) senza aggravi per i professionisti datori di lavoro. Prevista anche una indennità di disoccupazione e percorsi di riqualificazione professionale. Sono interessati gli studi che applicano integralmente il contratto nazionale e che sono in regola con i contributi all’ente bilaterale da almeno 18 mesi.