PRIMO PIANO

Cassa Integrazione Ordinaria precisazioni INPS

L'Inps, con messaggio 1856/2017 del 3 maggio, fa il punto sulle principali criticità emerse dall'applicazione delle nuove norme per la concessione della cassa integrazione i seguito del decreto legislativo 148/2015 attuativo del Jobs Act. Le competenze sulla valutazione dei motivi per la concessione sono state infatti assunte interamente  dall'istituto di previdenza in sostituzione delle vecchie commissioni provinciali, per l'applicazione di criteri omogenei nella concessione della CIGO in tutto il territorio nazionale.

L'INPS specifica innanzitutto che in caso di  motivazione giudicata insufficente l'istituto potra attivare un supplemento di istruttoria, con la richiesta di ulteriorie documentazione che dovrà essere fornita entro 15 giorni dalla richiesta (procedura di cui all'art. 11, comma 2, del DM 95442) 

Inoltre in materia di ripresa dell'attività produttiva " nei casi in cui nel periodo intercorrente tra la presentazione della domanda di CIGO e l’adozione del provvedimento decisorio  l’azienda abbia ripreso la normale attività lavorativa, gli uffici devono ritenere oggettivamente provato il requisito della transitorietà (art. 1, comma 2, del DM 95442).

Vengono infine fornite ulteriori specificazioni con riguardo alla concessione di CIGO per eventi meteo avversi, in particolare  viene ricordato che non è necessario allegare i bollettini meteo in quanto l'istituto puo acquisirli d'ufficio. Inoltre in caso  gelo, temperature percepite piu alte , lavorazioni particolari,  devono sempre essere tenute presente in primo luogo la salvaguardia della salute e sicurezza dei lavoratori.

Allegati: