PRIMO PIANO

Bonus Sud: arretrati anche nel flusso di Ottobre 2017

In un nuovo messaggio di ieri l'INPS comunica una nuova proroga, a Ottobre 2017, per il recupero degli arretrati relativi ai bonus assunzioni della misura Occupazione  SUD. 

Questo il testo integrale : " Con la circolare n. 41 del 1° marzo 2017 sono state fornite le indicazioni per l’applicazione dell’incentivo alle assunzioni di soggetti disoccupati ai sensi dell’articolo 19 del d.lgs. n. 150/2015 effettuate in Regioni “meno sviluppate” o “in transizione”, previsto dal Decreto Direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 367 del 16 novembre 2016 e successive rettifiche.

Come è noto, il bonus spetta per l’assunzione di persone disoccupate ai sensi dell’articolo 19 del d.lgs. n. 150/2015, ossia “ soggetti privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro di cui all’articolo 13 del medesimo decreto, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego”. 
La presenza di tale requisito viene verificata e comunicata all’Istituto dall’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL).

A causa dei perduranti ritardi nell’aggiornamento degli archivi dell’ANPAL concernenti lo stato di disoccupazione dei lavoratori e del conseguente rallentamento nel riconoscimento dell’incentivo da parte dell'Istituto, si rende noto che, al fine di agevolare i datori di lavoro nel recupero delle somme spettanti, sono stati ulteriormente prorogati i termini per il recupero degli importi relativi all'incentivo "Occupazione SUD".

Pertanto, a parziale modifica delle indicazioni operative già fornite nel paragrafo 11, della circolare n. 41/2017, nel messaggio n. 2152/2017 e, da ultimo, nel messaggio n. 3272/2017, si rende noto che nell’elemento <ImportoArrIncentivo> potrà essere indicato l’importo del bonus relativo ai mesi di competenza da gennaio ad agosto 2017.  Tali importi saranno poi riportati, a cura dell’Istituto, nel DM2013 “VIRTUALE” con i codici di recupero “L463” e “L465”.

La valorizzazione del predetto elemento potrà essere effettuata fino al flusso contributivo con competenza ottobre 2017".