Agevolazioni Covid-19

Bonus mobilità: dal 14 gennaio al 15 febbraio 2021 è di nuovo possibile richiederlo

Nuova possibilità per il bonus mobilità, ovvero per il bonus bici e monopattini.

Tutti coloro che non sono riusciti ad accedere ai fondi del click day di dicembre possono approfittare di questa nuova finestra aperta il 14 gennaio e fino al 15 febbraio 2021 per avere il bonus mobilità

Come annunciato dal Ministero dell’Ambiente “sono stati infatti contabilizzati i fondi necessari per poter soddisfare tutte le richieste di rimborso” per gli acquisti di

  • biciclette,
  • biciclette a pedalata assistita,
  • monopattini

effettuati tra il 4 maggio e il 2 novembre 2020.

Ricordiamo che il rimborso è fissato nella misura del 60% o, comunque, per un massimo di 500 euro versato direttamente sul conto corrente indicato all’atto di presentazione della richiesta.

Per richiedere l’incentivo occorre inserire:

  • i propri dati,
  • il valore del bene o servizio acquistato
  • la documentazione attestante l'acquisto.

Occorre aver conservato la fattura o lo scontrino attestante la tipologia di bene o servizio acquistato; caricarne una copia in formato Pdf e identificarsi tramite Spid.

Si precisa che stando a quanto chiarisce il Ministero, i rimborsi saranno erogati successivamente al 15 febbraio 2021.

La precedente finestra di prenotazione era stata avviata dalle ore 9:00 del 9 novembre e fino al 9 dicembre e si specificava quanto segue:

  • Il contributo veniva erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili di conseguenza, l’ingresso alla sala d'attesa virtuale e il posto in coda non garantiscono il rimborso o la generazione del buono mobilità.
  • Il tempo di permanenza all’interno del sito era stabilito in 20 minuti a partire dall’accesso e nel caso in cui non si riuscisse a completare la richiesta di contributo, si veniva indirizzati al sistema di accodamento per effettuare un nuovo accesso.

Per avviare la richiesta di rimborso occorreva avere con sé:

  1. iban
  2. copia elettronica del giustificativo di spesa in formato PDF, JPG o PNG (max 3MB)
  3. partita iva dell’esercente;

I passaggi per la richiesta venivano così riassunti e presumibilmente sono ancora validi per questa nuova finestra di prenotazione che scadrà il 15 febbraio:

  • collegarsi e registrarsi con le credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale, chi dovesse esserne ancora sprovvisto, potrà richiederlo sul sito istituzionale www.spid.gov.it/richiedi-spid)
  • inserire la fattura o lo scontrino parlante
  • completare con il proprio Iban.

Ricordiamo anche che dal 19 ottobre era attiva la registrazione per gli esercenti sulla piattaforma preposta, registrazione necessaria per partecipare al programma della agevolazione.

L'agevolazione è stata introdotta dall’art 229 del Decreto Rilancio prevede:

  • un contributo pari al 60% della spesa sostenuta per acquisto di certi beni per mobilità sostenibile e comunque in misura non superiore a 500, 00 euro
  • concesso in favore dei residenti maggiorenni nei capoluoghi di regione, nelle città metropolitane, nei capoluoghi di provincia ovvero nei comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti
  • per bici (nuove o usate), monopattini, hoverboard, segway oltre che servizi di mobilità condivisa a uso individuale (escluse le autovetture)
  • il bonus può essere richiesto una sola volta per un solo bene
  • sono esclusi dal bonus gli accessori e i componenti relativi ai mezzi agevolabili

Ricordiamo infine che è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 221 del 05.09.2020, il Decreto attuativo del Ministero dell'Ambiente del 14.08.2020 che ha definito modalità e termini per l’ottenimento dell’incentivo.