Bollo e concessioni governative

Bollo auto, stop alle esenzioni regionali

Con la risoluzione 4/DF del 1° aprile 2015 il dipartimento delle Finanze ribadisce che per quanto riguarda il bollo auto, Regioni e Province autonome incassano il gettito e decidono le tariffe, ma devono rispettare i limiti nazionali e non possono stabilire esenzioni. L’intervento del dipartimento si è reso necessario in quanto, nonostante l’abolizione della norma che prevedeva l’esenzione dall’imposta di bollo per gli autoveicoli e motoveicoli di particolare interesse storico e collezionistico ultraventennali, ci sono alcune regioni e province autonome che ancora lo concedono (Emilia-Romagna, Piemonte, Toscana, Provincia autonoma di Bolzano e parzialmente anche la Lombardia). Il dipartimento ribadisce che le norme delle leggi regionali che prevedono ancora l’esenzione per le auto storiche siano incompatibili con l’attuale disciplina statale e devono, pertanto, ritenersi abrogate.