730: obbligo conservazione documenti per gli intermediari

L’Agenzia delle entrate ricorda con la risoluzione 57/e del 30 maggio che la legge di stabilità 2014 L. 147/2013 ha imposto da quest’anno a Caf e professionisti di conservare tutta la documentazione sulla base dei quali viene apposto il visto di conformità dei modelli 730 (articolo 35, comma 2, lettera b), Dlgs. 241/1997) , oltre alla scheda per la destinazione del 5 e dell’8 per mille e alla copia della dichiarazione. SI tratta dei documenti, sia in formato cartaceo che elettronico, che riguardano le ritenute d’acconto, il pagamento degli acconti e i giustificativi per le detrazioni come scontrini, tasse scolastiche; il documento di prassi non fa cenno ad una parallela esenzione dei contribuenti dall’obbligo di conservare gli stessi documenti fino al 31 dicembre del quarto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione .