Crisi d'impresa

Crisi d’impresa: il decreto diventa legge con la proroga del Codice al 2022

Il DL del 24.08.2021 n. 118, recante misure urgenti in materia di crisi d'impresa e di risanamento aziendale, nonché ulteriori misure urgenti in materia di giustizia, diventa legge

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 23.10.2021 n. 254 la legge del 21.10.2021 n. 147.

In allegato il testo della Legge 147/2021 e il testo del DL n. 118/2021 coordinato con la legge di conversione.

In breve sintesi alcune delle disposizioni previste:

  • la proroga al 16 maggio 2022 (in luogo del 1° settembre 2021) dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa (Decreto legislativo del 12/01/2019 n. 14), 
  • l'entrata in vigore degli strumenti di allerta il 31 dicembre 2023 (titolo II della Parte prima del Codice della crisi d’impresa),
  • l'introduzione, a partire dal 15 novembre 2021, dell’istituto della composizione negoziata per la soluzione della crisi d’impresa, con il quale l'imprenditore commerciale e agricolo che si trova in condizioni di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario che ne rendono probabile la crisi o l'insolvenza, può chiedere al segretario generale della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura nel cui ambito territoriale si trova la sede legale dell'impresa la nomina di un esperto indipendente quando risulta ragionevolmente perseguibile il risanamento dell'impresa. L'esperto agevola così le trattative tra l'imprenditore, i creditori ed eventuali altri soggetti interessati.

Tali misure, approvate dal Consiglio del MInistri nella seduta del 5 agosto, sono state introdotte, a seguito dell’aumento delle imprese in difficoltà o insolventi e della necessità di fornire nuovi ed efficaci strumenti per prevenire e affrontare situazioni di crisi.

Allegati:

Nessun articolo correlato